Piastra per capelli: qual è il modello più adatto a te?

donna piastra i capelliSi dice che i capelli siano lo specchio dell’anima e che avere una chioma in ordine sia la chiave per un aspetto ordinato e fresco. Sicuramente ti sarà già capitato di sentirti in disordine per via dei capelli non in piega perfetta, oppure perché troppo lisci o troppo ricci.

Allora che fare? Come migliorare la situazione? Facile! Con la piastra per capelli. In quest’articolo non parleremo solo delle tipologie, ma valuteremo una serie di fattori da tenere in considerazione quando si è in procinto di comprare una piastra e si è incerte, o semplicemente si ricercano determinate caratteristiche nel prodotto.capelli mossi con piastra

Quali fattori considerare quando si acquista una piastra per capelli?

Mi capita spesso al mattino di avere capelli crespi, anche se la sera ho avuto cura di lavarli e legarli prima di dormire. In particolare capita quando il clima è molto umido. In tal caso i capelli appaiono non solo crespi, ma anche opachi e indomabili. Per questo motivo utilizzo la piastra ghd spesso, in particolare nei mesi caldi.  La scelta di un buon prodotto è fondamentale quando si è certi dell’utilizzo quotidiano che si andrà a fare, e in particolare quando si hanno capelli fragili e sottili.

piastra-per-capelli

Ci sono dei fatti da considerare al momento dell’acquisto. Uno di questi è il tipo di capelli. Se hai capelli fragili e sottili, farà al tuo caso una piastra che raggiunge temperature non elevate e con rivestimento in ceramica. Nel caso in cui tu abbia capelli ricci o mossi, allora meglio un prodotto che raggiunge temperature elevate e garantisce una piega a lungo termine.  Ad un taglio corto si addice una piccola, al contrario per capelli lunghi meglio una grande.

Altro fattore da tener conto è l’utilizzo. Se pensi di usarla spesso, farà al tuo caso una piastra professionale, che duri nel tempo e non danneggi i capelli se utilizzata quotidianamente. Nel caso in cui tu abbia intenzione di usarla sporadicamente, allora puoi concentrarti su prodotti in offerta, senza dover ricercare caratteristiche professionali.

 

 

varie piastre per capelli

Quali caratteristiche valutare per l’acquisto ?

Il mercato offre una vasta gamma di prodotti. Tantissimi sono le marche tra cui scegliere, le più famose sono Babyliss e GHD. Si va da piastre semplici, a prodotti  professionali con tantissime varianti da valutare. Ciò che non cambia per qualsiasi modello è l’impugnatura. Questa solitamente è termica (per non farti scottare) ed ergonomica,

Se stai acquistando la tua prima piastra per capelli o vuoi semplicemente cambiare quella che utilizzi, allora devi considerare quattro variabili:

  • Temperatura;

  • Grandezza ;

  • Rivestimento;

  • Utilizzo;

La temperatura è una variabile molto importante. Troppo elevata può bruciare i capelli, ma troppo bassa potrebbe non consentire la piega desiderata.  Perciò è preferibile optare per un modello in cui si regola manualmente la temperatura, così da sceglierla a secondo dell’utilizzo e delle necessità.

La grandezza delle piastre è importantissima per gestire al meglio la piega. Piastre grandi sono consigliate per chiome folte e lunghe. Al contrario per tagli corti o frange, meglio modelli piccoli e compatti. Hai mai provato a stirare la frangia con una piastra larga ? Beh… le bruciature sono assicurate!

Il rivestimento è un fattore non solo da considerare, ma da valutare con attenzione.  Esistono in commercio diverse possibilità tra cui scegliere. Le principali sono la ceramica, il titanio o la tormalina. Grazie alla tecnologia, passi avanti sono stati fatti dall’introduzione di questo prodotto sul mercato. Basti pensare che oggi sono disponibili piastre in ceramica che rilasciano ioni negativi per aumentare il fissaggio della piega!

In fine, ma non per importanza, considera l’utilizzo che farai. Chi usa la piastra tutti i giorni, sa quando tempo ci vuole per lavare i capelli, asciugarli con il phon e poi fare la piega .  Fortunatamente in commercio esistono piastre che ti permettono di procedere direttamente con la piega avendo i capelli bagnati.

Rivestimenti migliori

È importante soffermarci sul fattore “rivestimento”. Come dicevamo nel paragrafo precedente, in commercio esistono piastre per capelli in tre tipi di rivestimento:

piastre ghd

  • Ceramica;

  • Titano;

  • Tormalina;

A mio avviso la ceramica è il materiale migliore, poiché è delicato sui capelli e distribuisce in modo omogeneo il calore. Al rivestimento in ceramica sono spesso abbinate tecnologie a base di cheratina o ioni per velocizzare il fissaggio della piega ed eliminare l’effetto elettrostatico.

La tormalina e il titanio sono rivestimenti di ultima generazione, e così come la ceramica distribuiscono uniformemente il calore.  Si consiglia di optare per la tormalina se hai capelli difficili da gestire, e il titanio se invece i capelli da trattare sono lisci.

A secondo del trattamento in abbinato, il prezzo può aumentare. Quello più in voga è il trattamento alla cheratina, che rende i capelli lucenti e rinforzati. Per migliorare la piega e proteggere la chioma, si consiglia sempre di utilizzare prodotti per capelli protettivi.

Larghezza della piastra

La piastra lisciante tradizionale è quella più utilizzata e conosciuta.  Si adopera principalmente per lisciare i capelli eliminando l’effetto crespo. In tal caso le due piastre sono lisce e piatte di diverse dimensioni. Possiamo generalmente regolarci così per la grandezza:

piastre ghd gold

  • Capelli corti: larghezza piastre minore di 25 mm;

  • Capelli medio-lunghi: larghezza piastre tra i 25 e i 30 mm;

  • Capelli lunghi: larghezza piastre maggiore di 30 mm;

Oltre alle tradizionali, quelle più richieste sono le “multifunzione” ovvero modelli che consentono non solo di lisciare i capelli, ma anche di creare boccoli o ricci. Possiamo definirle una via di mezzo tra il tradizionale arricciacapelli e la piastra per capelli lisciante. Caratteristica di questo modello è la lamella esterna, che risulta esposta, non coperta dalla plastica e smussata, così da dare ai capelli un movimento circolare.

 

Tipi piastre: Vapore , friseè o tradizionale ?

 

piastra a vapore

Piastre a Vapore

Le piastre per capelli a vapore sono tra i modelli più innovativi e consentono di lisciare la chioma in modo facile, garantendo una lunga durata della piega con il minimo rischio di danneggiare i capelli.  Il vapore generato  svolge una funzione idratante e protettiva, che lascia i capelli lisci, morbidi e luminosi. Questi modelli sono più professionali delle tradizionali, e sono particolarmente indicati per chi la utilizza quotidianamente, e deve ridurre al minimo le possibilità di rovinare i capelli.

piastra triferro o tridente

Piastre ad Onde

Ultimamente è molto di moda farsi i capelli mossi con piastra ad onde, conosciuta anche come triferro. Si utilizza per creare una piega ad onde morbide, chiamata anche effetto “beach Waves”, letteralmente ”Onde da Spiaggia”. In pratica il risultato finale è quello che si ottiene quando si va a mare e si combina l’acqua salata con l’asciugatura al sole.  Questo tipo si usa per look più casual e naturali.

Se si desidera un onda spettinata molto blanda , allora sarà il caso di usare una piastra ad onde larghe è uguale alla precendete ma con uno spessore maggiore cosi da ottenere un movimento dei capelli.

 

Piastra Frisè

piastra frise ghd

Un altro modello è la piastra a frisè. Ma cos’è? Per chi non lo conoscesse, il frisè o tecnicamente crimper, è un metodo di acconciare i capelli molto noto negli anni ’80 e ’90.  Icone del mondo dello spettacolo e della musica come Madonna e Cindy Lauper sono state tra le prime e sfoggiare questa tipologia di piega. La piastra frisè è caratterizzata da due lamelle con scanalature multi dimensionali di diversa profondità. In commercio sono disponibili svariati modelli.

C’è il modello unico, ovvero quello in cui le piastre sono uniche, oppure ci sono i modelli con piastre interscambiabili, così da poter modificare la profondità delle lamelle e creare diversi effetti frisè. Le piastre per frisè possono essere di diversi materiali, ma le migliori sono quelle realizzate in ceramica come nel caso del modello ghd contour frisè.Il frisé è il segreto del parrucchiere per creare un volume incredibile ai tuoi capelli.

Hai deciso quale scegliere?

Se sei arrivata alla fine dell’articolo, allora sicuramente avrai le idee un po’ più chiare riguardo la scelta di una piastra per capelli commerciale o una piastra per capelli professionale.  Ormai fanno parte della routine quotidiana di bellezza, un po’ come truccarsi. Allora perché non farlo al meglio optando per il modello che rispetta le caratteristiche che desideri? Non farti scoraggiare dalla vastissima offerta presente sul mercato. Ricorda, la piastra per capelli perfetta per te ti aspetta!

Potresti essere interessata alla scelta di un Arricciacapelli

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva